Ti è mai capitato di scarabocchiare distrattamente su un foglio?

Certamente sì e hai disegnato un DOODLE. 🙂 … A tal proposito ora ti spiego un paio di cose

La parola doodle in inglese significa principalmente “scarabocchio”, di quelli che facciamo mentre siamo sovrappensiero, per esempio al telefono o anche prendiamo appunti durante una lezione o altro ancora.

Perché si scarabocchia? 

In genere gli scarabocchi che facciamo quasi inconsciamente sono interpretati come indice di “svogliatezza e distrazione”, ma è stato ha dimostrato che hanno una specifica funzione: aumentare la concentrazione e la capacità di memorizzare le nuove informazioni. Sembra strano, ma è così e scarabocchiare inoltre è antidoto contro la noia infatti durante attività potenzialmente noiose, come una riunione, una lezione o una lunga telefonata, la nostra mente tende a distrarsi e a lasciarsi andare a “sogni a occhi aperti”. Tuttavia scarabocchiare ci aiuta a tenere sveglia l’attenzione e a restare concentrati su ciò che stiamo ascoltando. Si può affermare quindi che gli scarabocchi sono una finestra sul nostro mondo interiore e i disegnini che tracciamo quando siamo sovrappensiero hanno un senso ben preciso.

Vediamo i più comuni

Immagina di essere al telefono, a una conferenza o impegnato in una riunione e di avere sottomano penna e fogli vari per prendere appunti. Hai visto quanti strani disegni, figure realistiche o forme astratte, tratti ossessivi o disegni romantici potresti aver tracciato sulla carta ai bordi o anche al centro? Sono proprio questi i “doodles” di cui parlavo. A crearli è la mano che sembra sottrarsi al controllo del cervello. Li chiamano scarabocchi, ma in verità sono tratti inconsapevoli che parlano di noi. Attraverso questi schizzi si sfogano le proprie emozioni e si rappresenta per immagini quello che avviene all’interno di ognuno di noi e mentre la parola  sotto il controllo della nostra volontà. Lo scarabocchio possiede un potenziale di comunicazione non verbale. Scarabocchiare liberamente quindi è una sorta di valvola di sfogo spesso, ho notato anti stress e dal potere quasi calmante. Di recente mi è capitato di aver ascoltato al telefono questa frase registrata per almeno mezz’ora: “Sei in attesa di essere collegato con l’interno desiderato.”, ma anche: “Resti in linea per non perdere la priorità. I nostri operatori sono al momento tutti impegnati.” … e vai di musichette tediose penso studiate per farci addormentare o più semplicemente desistere, riattaccare, farsi una camomilla. Quel giorno non sono riuscita a parlare con nessuno, ma ho prodotto un foglio pieno di doodles cioè questo. L’ho fotografato e ho deciso di inserirlo in questo articolo  dedicato al tema cui avevo già accennato in quest’ altro articolo (Clicca qui)

Nel corso della mia esperienza artistica in cui ho dedicato tempo alla ricerca di approfondimenti e delucidazioni, ho scarabocchiato chili di carta. L’abitudine di aver a portata di mano carta e penna  fa parte del mio quotidiano da sempre, ma quando so che sto per calarmi in qualcosa di tedioso come appunto una telefonata che si allungherà in lunghe attese finirò con il disegnare qualcosa di sensato, ma senza decidere in partenza soggetti. Questo è diventato il mio modo per non stressarmi  e ho notato che tendo a tracciare geometrie se mi sento pessimista o preoccupata, mentre se sono rilassata i miei scarabocchi si presentano più “morbidi”, con linee curve e cerchi in un contesto astratto. Spesso disegno volti, occhi, labbra e profili femminili, ma anche fiori e foglie.

Perché non provate a fare un esperimento e vedere cosa potrebbe uscire dalle vostre mani?

Non occorrono competenze artistiche, non in questo caso…

Il discorso infatti cambia se i doodles (gli scarabocchi) diventano Doodle Art! Questo articolo nasce per caso a seguito di quella famosa telefonata quando ho iniziato a scarabocchiare. Da quel momento ho deciso di disegnare alcuni esempi che si accostano all’ Arte dello Scarabocchio questa volta guidati da intenti ben precisi seppur abbastanza liberi. Ecco cosa ho fatto usando numeri, alfabeto e il contorno della mia mano. (Ho incorniciato i disegni per l’articolo o il fondo bianco di sarebbe perso  questa pagina)   🙂

Si può usare qualsiasi block notes e i quadretti non sono fondamentali se non agli inizi qualora si voglia provare…

Cosa si intende per Doodle Art? 

Si tratta dei disegni fatti un po macchinalmente su un quaderno o una pagina bianca, quando si lascia evadere la nostra mente e in alcuni casi disegni senza apparente gran interesse diventano invece opere d’arte! Il ‘doodling’ (o zentangle) non è altro che questo: realizzare ripetizioni (patterns) di disegnini intrecciati come quelli che facciamo distrattamente sui bordi dei quaderni. Basta un buon pennarello nero, carta di qualsiasi provenienza e la capacità di lasciarsi guidare dall’istinto. Io ho usato una Papermate ink Joy gel da 0,7, Stabilo F (punta fine),e una Pentel inchiostro nero a punta fine. Le avevo in casa, ma per lavori più precisi sarebbe opportuno acquistare materiale magari water proof cioè che non si rovinino con umidità o acqua o fisativi spray. Per avere un’idea chiara su come si presente un bel lavoro artistico doodle/zentangle basta pensare ai quaderni per adulti da colorare. Ovviamente occorre far un distinguo ben preciso fra un bel disegno zentangle o doodle, da quello veramente d’autore. SE cercate su Google Doodle Art troverete un mondo di disegni tra i più diversi, di autori diversi sia colorati (acquerelli o pastelli) o classici bianco/nero. Attenzione! Qualcuno ha iniziato a scarabocchiare in modo compulsivo arrivando a “doodlare” anche le pareti di casa, il che è comunque una bella idea! 🙂

Prima di concludere questa parentesi vi lascio un mio ultimo foglio ricco di doodles sul romantico andante tra i più “inflazionati”. Lo dico con serenità poiché l’uso di questo di scarabocchi è diventato un fenomeno paragonabile ai manga ed è globale. A tutte le latitudini, in ogni angolo del pianeta in questo momento qualcuno sta scarabocchiando allegramente. A prescindere dalla noia, dallo stress e qualunque situazione in cui lo scarabocchio ci può liberare e scaricare la mente ( a mio parere è uno scaccia tedi e angosce ormai appurato ) e ancora dall’uso che se ne vorrà fare.

Per concludere, buon scarabocchio a tutti!