Ecco cosa si può fare con il filo di rame

Dalla teoria all’ esercizio.

Eggià! Un conto è vedere immagini e filmati, un conto è trovarsi con l’occorrente in mano, ma non saperlo padroneggiare.

Non è ovvio e nemmeno scontato! Dopo le premesse teoriche occorre passare all’azione esercitandosi e questo vale in tutti i campi. Anzi, meglio ancora sarebbe unire teoria a pratica! Qui entro in un discorso squisitamente didattico.

Stabilito che quest’anno non mi sarei dedicata anima e corpo alle decorazioni natalizie, ho preferito tornare al tema “impiego del filo metallico”. Non ne parlavo da tempo quindi questo articolo fa riferimento all’ esercitazione pura e semplice in questo caso con il filo di rame.

Come ormai sapete ho un debole per questo metallo. E’ duttile, facile da lavorare e la tinta calda sono caratteristiche che ho sempre amato. Inoltre i trattamenti per bloccarne l’ossidazione e mantenerlo bello nel tempo sono reperibili ovunque.

A questo proposito io ho provato questi prodotti per oggettistica in rame che però NON VERRA’ MAI A CONTATTO DELLA PELLE! Ve li elenco a partire dal prodotto che ho trovato migliore:

  • Noxid vernice protettiva zapon spray (per bronzo, ottone, rame, e argento) 200 ml. costo intorno ai 13/12 euro. Marca Talken
  • Dupli – Color Special Zapon Spray lucida/satinata trasparente –  utile per molti lavori di bricolage/fai da te, ma anche protettivo per metalli e anti ingiallimento. 400 ml. costo intorno ai 13/14 euro.
  • Metacril – Protettivo per bronzo, rame e ottone. Si applica a pennello. 250 ml. costo 8 euro circa
  • Target – Vernice trasparente multi uso della Universal  – Spray 500 ml. acquistato in un centro BricoMan al modestissimo costo di 2,95 euro, proponibile per lavori non particolarmente “preziosi” e da porre all’esterno. La parte metallica dei miei suncatchers sono ancora in discrete condizioni dopo un anno di intemperie. Vale la pena provarlo.

Per quanto mi riguarda inoltre nulla vieta  di lasciarlo non trattato e lucidarlo all’occorrenza. A me piace infatti anche ossidato, ovvero leggermente decisamente brunito rispetto al rame scintillante privato della sua naturale patina data dall’aria cui è esposto e non ultimo il tempo.

Detto ciò su Youtube ho caricato 5 video tutorial in cui improvviso una sorta di workshop partendo da del filo di rame avanzato da lavori precedenti. Si tratta di esercitazione allo stato puro. Gli oggetti realizzati sul momento hanno lo scopo di far vedere qualche trucchetto per lavorare il filo in scioltezza e senza l’obbligo di copiare quello che ho fatto io. Quelle buttate giù sono solo idee. Dal fiore wire wrapped, alle lettere dell’alfabeto, passando per il facilissimo angioletto, un addobbo fino a un mini tralcio di foglie di rame da appendere, l’improvvisata inventiva mi ha tenuta al tavolo da lavoro quel tanto per mostrare, appunto, come si maneggiano attrezzi e il filo di rame… ovviamente.

Avete idea di quante cose si possono fare in breve tempo? 

Davvero niente di complicato… anzi!

Ed ora passiamo al primo video della serie. Spero vi sia utile, specie se alle prime armi o senza un’idea da cui partire.

Che l’ispirazione sia con voi, amici! 

Ora tocca a voi! Mano alle pinze e seguite i video. Vedrete che non sarà difficile!!!

Ci ritroviamo al prossimo articolo di dicembre!

Per ora a tutti caro un saluto da Mara 🙂