Non tutto riesce alla prima…

Come recuperare un impasto di porcellana fredda fai da te

Calma e sangue freddo! Pur avendo seguito alla lettera ogni indicazione per ottenere il migliore impasto base per fare la porcellana fredda può capitare che questo presenti difetti macroscopici.

Nell’articolo precedente, ho illustrato il procedimento, ma per mancanza di esperienza può capitare di commettere qualche errore. E’ successo anche a me. Non essendo espertissima nella sua preparazione con uso della bilancia per pesare l’occorrente, l’uso del fornello per amalgamare e cuocere etc. ho preferito cedere il passo alle sante foto e non sembrare una pasticciona qual sono. :/

Dopo aver riposto in frigo la nostra porcellana fredda, tuttavia, nel tirarla fuori e iniziarla a lavorare si potrebbero riscontrare delle anomalie da farla finire nella spazzatura. Come dicevo, infatti, potrebbe essere troppo dura o al contrario troppo molle, ma solo a questo punto mi sento di intervenire per salvare il salvabile.

Non buttate via nulla e guardate questo mio video. 

Attenzione! All’inizio del video accenno al canale Art E-Learning di M. Aste (questo per essere corretti e non rischiare tirate d’orecchie). Non avendo idea di come una persona possa prenderla nell’inserimento di un suo video in altrui blog, cosa che penso potrebbe infastidire anche la sottoscritta, ho preferito non prendere rischi e fare di testa mia. In ogni caso, se lo desiderate guardate qualche suo tutorial perché è davvero brava.

Attenzione: ho accennato al canale Art E-Learning di M. Aste… questo per essere corretti. Se lo desiderate guardate qualche suo tutorial. Ed ora che siamo salvi, andiamo a divertirci… 😉

Call to action … Lasciate un messaggio e fatemi sapere com’è andata!!!

Ciao e a presto,

Mara