Dall’idea alla realizzazione di una mia scultura Metal Wall Art

E se fosse un Albero della vita?

Scrivendo l’articolo che riguarda questo soggetto mi sono resa conto di quanto sia multidisciplinare, ovvero quanti argomenti e discipline siano strettamente relazionate a questo simbolo universale. 

Dietro un qualsiasi lavoro artistico esiste un’idea iniziale da elaborare. Può trattarsi di una ispirazione che solletica la fantasia e la creatività.  Nel caso della mia scultura in filo si acciaio tutto è iniziato da una gran voglia di primavera e l’osservazione del germogliare di  rami fino a qualche giorno fa ancora infreddoliti per il lungo inverno. La campagna circostante il mio quartiere si sta risvegliando e proprio oggi ho notato una gioiosa esplosione di minuscoli fiorellini dai petali bianchi. Albero?… Sì, sarà un albero dal tronco sottile e contorto come alcuni tipi di bonsai, ma potrebbe essere anche un intricato rampicante e quindi ho pensato a una pianta simile al glicine.

Decido quindi di elaborarne un soggetto che abbia queste caratteristiche e tirerò fuori la primavera in arrivo che vedo, sento nell’aria e dentro me stessa. Ho un’idea nelle mani; ora devo mettermi al lavoro e decidere come realizzarla, quali materiali usare, quale forma darle. Naturalmente userò filo metallico, ma questa volta acciaio zincato di due diametri differenti per ottenere effetti differenti mentre li avvolgerò.

Non mi ispirerò a nessun albero già realizzato fra i miei o di altri. Ho un foglio su cui tracciare uno schizzo indicativo tanto per avere qualche riferimento più preciso anche se mi capita spesso di lavorare basandomi su sensazioni e immagini che ho in mente.

Aspetta un attimo!…

Cosa si intende per Metal Wall art?

Di fatto si tratta di una forma d’arte sempre esistita (Vedi affreschi), ma rinominata “Arte da muro o murale”. Per lo più trova spazio nel moderno design con soggetti appesi o affrescati, appunto, molto accattivanti. Sono destinati ad attirare l’attenzione di chi li ammira al pari di un dipinto e creano effetti scenografici tra i più diversi a seconda del tipo di colore, materiale, soggetto, etc che verrà scelto. La Metal Wall art si adatta ad ogni ambiente o arredo, infatti possono rappresentare soggetti adatti al classico, shabby chic, al moderno al country o minimal design. Sono vere decorazioni le cui dimensioni possono occupare un’intera parete o mimetizzarsi in una stanza con il resto dell’arredamento in cui il lavoro è collocato.

 

Torniamo al progetto 

Per realizzare i rami rampicanti del mio albero a questo punto inizio a intrecciare filo d’acciaio zincato da 0,28 mm. Farò diversi rami che avvolgerò successivamente insieme e separandoli per ottenere l’effetto intricato che desidero, considerando che il supporto dell’opera sarà un cerchio di acciaio anch’esso.

Perché nel frattempo non provate anche voi a realizzare qualcosa di simile? (Forse avrei dovuto inserire queste immagini nella categoria tutorial…)

Dunque, 0,28 mm di filo metallico sono poco più di due capelli messi insieme per cui da attorcigliare ce n’è parecchio; altra storia è il secondo filo che ho usato per radici, parte di rami e foglie ovvero acciaio zincato da 0,8 mm messo doppio. (Per comodità io l’ho piegato in due, ho formato i circoletti con le pinze coniche, ma potete anche usare una matita, o qualcosa di lungo e cilindrico, per poi proseguire a mano)

Così facendo ho sviluppato il lavoro in altezza iniziando a creare anche avvolgimenti intorno al cerchio di acciaio che è la struttura portante di cui ho accennato.

Qui sotto la foto rende bene l’idea.

Una volta ottenuta la forma che desideravo, ho deciso di applicare dei inchiostri per metallo chiamati patina.

Con l’aiuto di un pennello ho steso rapidamente miscele di blu cobalto, verde muschio, rosso cinabro e giallo citrino. Giocando su sovrapposizioni di patina ho potuto colorare foglie, tronco, radici e parte del cerchio. Fatto ciò ho lasciato asciugare il mio albero “rampicante” (Si, è venuto fuori un albero abbastanza fantasioso…) ho eliminato il colore che trovavo in alcuni punti “in eccesso” con il mio amico fidato di nome Dremel. Così facendo ho riportato l’acciaio sottostante in vista e lasciato il colore insinuatosi tra gli innumerevoli avvolgimenti fatti. Finito il mio Albero della vita ora posso finalmente farvelo vedere.

Wall art – Albero della vita
Lavoro wire wrapped ideato e realizzato da Mara Braidotti – 2017 ©

Ti è piaciuto questo breve viaggio su come nasce una mia opera?

Fammelo sapere! Puoi scrivermi attraverso il modulo contatti.

Alla prossima,

Mara