Come realizzare in pochi minuti piccoli motivi floreali

Che io sia una patita dei fiori è ormai noto. Se penso a un ornamento sarà certamente di questo tipo, sia questo realistico o più stilizzato. Va da sé che per questa mini guida illustrata è dedicata all’uso del ferro cotto e a chi è davvero alle prime armi, ma ha voglia di provare a fare qualcosa che spesso si vede (se amanti del genere) ma non si “osa” provare a fare.

Tutto ciò che occorre sarà filo di ferro cotto da  0,65 mm. (Su Amazon si trova la bobina della Rayher a poco prezzo)

Tronchesi – pinze coniche e piatte. Se avete delle perline potete usarle, ma il filo cotto è molto grazioso anche se usato senza componenti di questo genere.

Iniziamo subito con la mia guida di facile intuizione!

Seguite la sequenza da sinistra a destra 🙂 e partiamo con il primo semplicissimo fiorellino.

Ed ora il secondo che in pratica si realizza avvolgendo il filo sulla pinza conica…

Ora il terzo fiore. Con l’aiuto di una forma circolare qualsiasi fate 4 cerchi e una spirale con il filo che rimarrà nella parte alta per poi posizionarla al centro.

A seguire questo fiorellino altro non è che una “molla” (4 cerchi). Si parte al centro della lunghezza del filo cotto. Si fissa con un giro nella parte bassa. Se volete con un dei due fili fate un cerchio e modellate una foglia. Aprire la “molla” e sistematela con le pinze per ottenere 4 petali.

E ancora

Andiamo avanti… Aggiungiamo un elemento bianco più un rosso trasparente.

Ricordate che i fiori devono sempre essere dispari e questo perché si dice che i fiori dispari sono di buon augurio e i pari no. In ogni caso provate a fare una composizione con 4 – 8 elementi e noterete quanto sarà non armonica. Verrà istintivo aggiungerne 1!)

Ora abbiamo 7 fiori che andremo unire più o meno così

Non dovrei essere io a indicarne l’uso, tuttavia in un vasetto dalle dimensioni adeguate, appeso o solo appoggiato sono certa che per chi ama il ferro cotto questo ornamento troverà la giusta collocazione ovunque.

Ho già parlato in questo blog del filo di ferro cotto . Avevo detto che tende ad fare una patina marrone, ma non arrugginisce. E’ una sua caratteristica che potrebbe non piacere a tutti. Consiglio: se avete del filo cotto prima di iniziare il lavoro pulitelo con della carta o uno straccio. Tornerà come nuovo con le sue belle sfumature grigio-marrone. Se non lo conoscete sappiate che non è nero.

Spero che l’articolo vi sia piaciuto…  Ci ritroviamo qui a breve con altro ancora. 🙂

Mara