… che divenne una casetta per le festività

L’uso del filo di ferro diventa “chic”

… e aggiungo molto gettonato, ma analizziamo il motivo. Oggetti di ogni genere destinati alla decorazione fatti con solo fil di ferro si vedono ovunque. E’ sufficiente fare una piccola ricerca per immagini e capire la portata di questo simpaticissimo utilizzo. Insomma, perché relegare il fil di ferro a scopi umili (legare, aggiustare, sistemare etc) quando si potrebbero, avendone voglia, anche fare cose davvero uniche come appunto casette, e più in generale oggettistica da appendere e non?

Ma soprattutto, penso io, se questo stile piace, perché non provare a realizzarla per conto nostro? Ho visto oggettini graziosi venduti a prezzi spropositati e a mio parere non molto curati. Ho qui un’immagine in cui ho riunito tre pin presi da pinterest  che trovo utili per introdurre l’articolo di oggi.

Come potete vedere si tratta di ciò di cui accennato ovvero la costruzione di elementi decor in filo di ferro. Pubblico questa foto con molto rispetto e tranquillità poiché non ho trovato alcun copyright o sito o nome di sorta cui rimandarvi. A volte le immagini aiutano più di mille parole per cui in buona sostanza cosa ho fatto? Ovviamente ho provato a realizzare qualcosa di molto simile, poi anche rivisitato con carta di riso, e nel fare questo ho realizzato un tutorial che si trova su Youtube al mio solito canale ancora senza nome per questione di iscrizioni. (PS. Mi rendo conto che tratto argomenti di nicchia e se avessi sviluppato passioni per motori, unghie e trucchi di bellezza, con 100 e passa video pubblicati, probabilmente avrei un seguito maggiore, ma non importa!) Grrrrrrrrrrrr…

Come dicevo ho realizzato una casetta da appendere in presa diretta, il che si nota dallo scemare della luce del sole che in questo periodo dell’anno ci abbandona sempre più rapidamente salutandomi alle 16:30 del pomeriggio mentre sono in piena attività. E qui mi ripeto: “Non importa”! Grrrrrrrrrrrrrrrrrrrr…

Mi sono divertita, devo dire. Per questo motivo ho deciso di coinvolgervi o almeno provare a farlo. Non contenta, infatti ho successivamente ripreso la casetta cui ho applicato dell’agrifoglio per onorare la tradizione e rielaborata con carta di riso che ho incollato con vinavil diluito con acqua alla struttura e lasciato asciugare per bene affinché la carta aderisse al meglio. (Certe volte uso l’aria tiepida del phon) Infine con pochi tocchi di colore ad acquarello, una leggera verniciata a pennello con vernice finale per decoupage (una qualsiasi va bene. A voi decidere se sceglierla lucida o opaca) et voilà, il mio lavoro ha cambiato faccia. 

La scritta, anch’essa in fil di ferro, è stata aggiunta in un secondo tempo. (Vai al tutorial sulle lettere dell’alfabeto su Youtube 🙂 )

Mentre ora la casetta augura “Buone Feste” stando appesa all’esterno della mia porta di ingresso, ora non mi resta che aggiungere una parte di video in cui vi faccio vedere come anche voi, sempre se vi va, potreste fare qualcosa di molto simile o trarre ispirazione dal mio lavoro. Spero lo facciate!!! 😉

Devo avvertirvi che i video sono ben otto, ma uno introduttivo, altri work in progress + il video finale sul calar del tenebre e la successiva trasformazione ispirata alle sculture in fil di ferro con aggiunta di carta , perché sì, esistono anche quelle. 🙂

Cari amici, oggi è il 10 dicembre ed è per me incredibile manchino solo due settimane a Natale! Nel prossimo articolo parlerò e farò vedere come si colora (Come si patina) il metallo con i colori appositi accompagnandovi così nel mondo della METAL ART PATINA … Sorprese in arrivo!!!

A prestissimo!

Mara