Eccomi qua! Anche luglio è arrivato

Il mio incubo

… Il mio incubo

 

 

 

           Pensavate che sarei partita senza salutare? 

                           

Certo che no! 

Sono stati mesi frenetici in cui ho lavorato come una matta. Non sono l’unica, lo so. Ma come fa il tempo a volare in questo modo? Seriamente… Io sono quasi preoccupata e protesto! Ore, giorni, settimane scivolano via con una rapidità allarmante! Ci penso spesso e a maggior ragione ora mentre scrivo questo aggiornamento che chiamare articolo con la a maiuscola ci vuole della fantasia…

A proposito di fantasia

Se per caso trovaste la mia (pare sia andata infiacchendosi dopo aver fatto fatto fatto già prima dell’arrivo di questo sito e quindi del blog), per favore ditele di tornare a casa perché ce ne sarebbe bisogno. Vi ringrazio!

Vedo gente volenterosa e lodevole che tra blog, fan page, esposizioni, mostre, mercatini, dirette su Facebook e Instagram, si sta dando un gran daffare. Io guardo e mi chiedo dove trovino tutta questa energia. Senza provare invidia alcuna sono sinceramente felice per loro. Sarà che arrivo a luglio  sui gomiti e sentendomi abbastanza stanca. E’ pur vero che sono molto umana e patisco il caldo pur amando l’estate, e che lavorare in casa, da casa è una vera fregatura perché non ci si ferma mai. Eh, caspita! Fossi in ufficio magari mi fermerei per la pausa caffè  o scambiarsi due parole con qualche collega. Qui è tutto uno spremersi le meningi, lavorare fisicamente e con le sante manine, darci dentro finché quasi fanno male  gli occhi o la schiena. Vabbe!  Bella lagna sono oggi… Vi chiedo scusa, ma come dicevo ho già la testa in ferie e si rifiuta di categoricamente di collaborare un minimo. Sono momenti transitori che vanno e vengono. Ci siamo passati tutti, quindi niente panico!!!

          Amici, non potevo mancare questo appuntamento per me e spero anche voi tanto speciale. L’estate è esplosa da un pezzo e sta facendo l’occhiolino portando i pensieri altrove, tra quiete o baldorie… dipende dai gusti. 

Vorrei sapervi tutti sereni e spensierati nel limite del possibile. C’è chi è già partito, chi non partirà affatto e chi lo farà dopo me. E’ sempre la stessa storia che si ripete ciclicamente ogni anno, come il panettone a Natale.

      Ho alzato il piede dall’ acceleratore e confesso che è arrivato il momento di concedermi una pausa e ricaricare le batterie, come si suol dire. Scommetto che sta accadendo a molti, quindi credo ci sia stia capendo.

Tuttavia non potevo “partire” (Ma tornerò prima di quando io stessa possa immaginare) senza mostravi in una slide fatta solo per voi con i miei ultimissimi. Nota bene: La lanterna porta candela l’ho realizzata ieri ed è un piccolo regalo per la mia amica Priscila, che approfitto per salutare pubblicamente. 

Augurandovi un mondo di belle cose, un’estate spassosa e rilassante, e tutta la gioia che la gente per bene merita a prescindere, vi lascio con un pizzico di rammarico, pur sapendo che ad agosto sarò di ritorno e magari con qualche scatto rubato alle montagne che tanto amo e mi aspettando a breve.

Felice luglio e abbiate cura di voi! Buone vacanze a chi è pronto a lasciare routine e grattacapi a casa almeno per un breve periodo di riposo e buon proseguimento a chi resta. 

Ecco il video…

Un grande abbraccio, Mara.